venerdì 3 agosto 2018

Acqua alta /1


Che se tutto è e non può restare, portiamoci più in là, oltre il confine dei nomi, delle cose.
E se è bello passare come ombra nella stanza, come tagli vivi nei tronchi, possiamo contare i passi, i posti che non abitiamo.
Le vostre vite sono altro, diverso dolore di ciò che cade per gravità di poco, pochissimo amore.

1 commento: