domenica 21 maggio 2017

Fotosensibili

Le lezioni dei tronchi d'ulivo vicini al mare sanno ancora dirci tanto sullo scorrere del tempo, sui segni che lasciano i venti, il sale, gli improvvisi freddi.
Se solo fossimo pellicole, in una camera oscura, ancora in tempo per rendere visibili le rughe e il curvarsi su se stessi, come prove della resistenza al suolo anche povero, potremmo forse crescere, contare gli anni senza una sterile verticalità.
E imparare dai rami, oranti al cielo, a chiedere infinito aiuto, a farsi bastare l'aria, la luce, gli orizzonti del cuore.