giovedì 18 agosto 2016

Litora

Il mare ci mostra ogni estate i venti, le maree del cuore.
Svuotiamo gli armadi, le librerie e gli scatoloni ci illudono di avere il conto esatto di tutto quello che portiamo con noi.
Ma il trasloco è un inganno e si perde nelle pareti bianche l’elenco delle cose che non si può rimpicciolire, come piccoli oggetti di vetro troppo fragili per la carta da imballaggio: le delusioni, i cambiamenti, i pensieri rimasti senza voce vanno aggiunti al costo dello spostamento e al tempo di risistemazione.
Le onde, più di noi, sanno star bene con tutto quello che c’è sul fondo, hanno la forza di portarlo a riva e aspettano una nuova luna per ricominciare.

Nessun commento:

Posta un commento