martedì 15 marzo 2016

Promemoria

La verifica del consumo di gas, prima di lasciare la casa, mi è sembrato l’ultimo adempimento per lasciarsi senza che nulla fosse non detto o stimato per eccesso nei resoconti della nostra storia.
Con quanta fretta dimentichiamo i colori del cielo dei momenti in cui siamo stati felici: a quel tempo cercavo i tramonti, i sobborghi e l’infelicità; ora, i mattini, il centro e la serenità.
Si fa algoritmo del dolore la disposizione dei mobili, la tavola apparecchiata (non più per cinque), le chiavi all’ingresso, la libreria.
Disattenzioni quotidiane ci informano poi della fragilità dell’amore: il mio operatore telefonico, per esempio, mi segnala con puntualità tutte le ricorrenze in rosso che non festeggeremo, da quando non ci sei.


Citazione corsiva di J. L. Borges, in Fervore di Buenos Aires, Prologo.

6 commenti:

  1. La scelta dell'immagine-Logo è stata molto lunga vedo. Da un viso adolescenziale ad uno adulto. E malinconico come il testo. Molto malinconico e vero, questione di algoritmi.

    RispondiElimina
  2. Infatti Enzo.. è stato molto difficile cambiarla! è un'opera di un artista contemporaneo: "I quadri di carta" di Jamie Poole.
    “Il volto di Sophie è un collage di frasi tratte dai suoi libri preferiti. Sono parte di lei e volevo lo fossero a tutti gli effetti”, scrive Poole sul suo blog a proposito della sua compagna..
    mi è piaciuta sin da subito!

    RispondiElimina
  3. Buona scelta, scelta personale. Ti rappresenta.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una immagine di copertina geniale Gingi

      Elimina
  5. è sempre un tuffo intimo ritrovare redenzioni quotidiane fatte di parole e silenzi, di riflessi di pensieri e di segreterie telefoniche che scemano come vento serale. un saluto Daniela
    Antonio

    RispondiElimina