domenica 9 marzo 2014

Carnevale

Scrivevi a penna l'esatta funzione della curva che nel suo punto più alto derivava con me, tangente in un punto piccolissimo.
I coriandoli, sulle strade di Certaldo, distinguevano netti i colori e chiedevano al blu di farsi ancora cielo tra le nuvole. (Avremmo dovuto capirlo allora che le distanze d'aria esigevano corse di incanti mai sazie di noi).
E se le stazioni attendono ancora lo svelarsi del limite che tende a te, già stella binaria in una notte, cerchiamo invano, col piombo dell'alba, una ragione all'ostinata perfezione della banalità.


"E' carnevale o il dicembre s'indugia ancora?
Penso che se muovi la lancetta al piccolo
orologio che rechi al polso , tutto
arretrerà dentro un disfatto prisma
babelico di forme e di colori..."



Nessun commento:

Posta un commento