venerdì 24 giugno 2011

Nubi color magenta.

Segnalibri a ricordare le pause di sguardi e di pensiero.
Conti i suoni che scivolano sulle mattonelle in cucina, lo spazio che aspetteremo ritrarsi nel buio a spiegare dissonanti dimostrazioni sull'origine delle costellazioni. ( Qui giù soltanto crepe, imperfezioni di cielo. ) 
Ma le parole possono diventare fatti e i riflessi viola sui tetti disegnano liquide corse d'insistenza. 
Resisterà al sole almeno il tulipano ? mi chiede al telefono.
Delle poche previsioni ti dico quelle in versi e della sabbia quella umida e sottile ancora sui jeans.

4 commenti:

  1. Sei brava, veramente brava e dai un senso di seria compostezza linguistica. Dentro le righe che hai scritte qui c'è materiale emotivo e concettuale per almeno 3 o 4 post; e' segno di ricchezza interiore e curiosità intellettuale. Ti leggo con grande attenzione.

    RispondiElimina
  2. ciao! non scrivevo da un po' quindi forse ho davvero condensato qui dentro immagini troppo diverse forzandone un po' l'immaginazione in chi legge..

    ad ogni modo, ti ringrazio molto per i tuoi commenti e per la tua lettura, è un piacere che ricambierò presto :)

    RispondiElimina
  3. basta che la sabbia non entri nel jeans.. :S

    RispondiElimina