sabato 8 gennaio 2011

Prima che tu dica pronto.

Ti pensavo scrivere le cose che non avrò il tempo di finire di dirti.
Basterebbe indovinarsi - ti dicevo - per posizionare correttamente gli astri delle nostre inclinazioni voglie desideri perplessità. Se ti telefonassi, almeno una volta, sussulteresti un poco per una voce dal sorriso accennato?
Le tue dita trattengono la pagina che segue durante una lettura silenziosa come d'anticipo carezze per gli imminenti addii della stagione.
Non piove ancora tra le luci ma le auto in corsa e i rami distanti e le bacche rumorose sulle parole silenti chiedono piano a te di restare.

10 commenti:

  1. la persona a cui l'hai dedicato è fortunata

    RispondiElimina
  2. diciamo che sono fortunata anch'io a comporre i numeri giusti! :)

    RispondiElimina
  3. grazie Dani: anche leggere te è un piacere!

    A presto Luigi

    RispondiElimina
  4. ciao Daniela!
    che bello leggere il tuo blog, e chissà che non organizziamo qualche altra serata tutti insieme!
    abbraccio

    RispondiElimina
  5. certo! beppe! speriamo anche presto :)

    ciauu

    RispondiElimina
  6. la prima fase, cara Daniela, è un pensiero sublime! maròòòòòòò… bacio :)

    RispondiElimina
  7. e tu sei sempre così carina nei commenti :))

    RispondiElimina