lunedì 29 novembre 2010

Citazione.

Appeso al frigo l’elenco della spesa con la calamita del nostro viaggio tra le strade di Praga.
Ritorna il vento a spostare fasci di luce giù in strada, ritornano i gatti  i punti le virgole le tue parentesi e i tuoi discorsi indiretti.
Cambiare invertire l’ordine delle cose, partire dalla fine per poi riscoprire l’inizio come fosse chiave e senso del tutto, chiamare chiamarti per nome per poi capire di non averlo mai fatto in tutto questo tempo, scusarti scusarmi per le parole  -  ora nessuno sviene per quisquilie del genere, il cuore a pezzi o simili –  .
Lontano spie intermittenti ti riportano sui passi delle mancate vicinanze.
Una carezza, i tuoi sogni,
e al telefono sei tu.

2 commenti: