sabato 29 maggio 2010

Anaciclosi

Uno più uno uguale uno. Una goccia d’acqua più un’altra goccia d’acqua formano una goccia ancora più grande.
Se oggi fosse ieri riscriverei tutto daccapo.
Se ieri fosse oggi luciderei cornici, nella speranza che ritorni.
Conquistami ancora domani.
E parlami di Kant.


lunedì 24 maggio 2010

Musa di maggio.

“ I - n - s p i r a m i mi dice salutando a gocce la danza dei tuoi sorrisi.

La curva delle tue labbra è la sua vertigine, alcova che si nutre di respiri .

Chi mente allora alla gravitazione dei pensieri? Chi abbandona bottoni tra le spighe o trascrive le piogge dei tuoi ritorni?

Di quando ho sognato di baciarti il fiato e l’aria che intorno ti carezzava il viso non resta che il ritmico andamento di un’ellissi di suono, l’ipnotico avvolgersi dei fiori tra gli steli del buio.

E quando ho sperato di renderti il gesto, di scriverti - per te - le acrobazie dell’alba, era già sorto il sole tra le persiane e non mi riesce ora di contare, se non con te, le lacrime di luce che commuovono

dense

la luna nuova.


venerdì 14 maggio 2010

domenica 9 maggio 2010

Fotografia.

Dovrò rendere a te le spiegazioni della fine. Di specchi nutri le tue luci e mi chiedi di guardarti quasi sapessi in cuor tuo che solo di riflesso è svelato il mio sorriso. Non sarà l’attesa a riempire i passi che segui come tracce distratte, non sarà l’incenso nella stanza a nascondere le spezie che addosso sento di cercarti. E se solo tardasse ancora la luna, se solo il fuoco si spegnesse in fretta riusciremmo ad esprimere desideri nell’ultimo cielo cadente di maggio. Ma mi sfiori ( immagino immagina ) con la piuma del cappello e continui a scrivere dei tuoi – dei miei - sogni mancati.

Lui : La chat ha dei problemi..

Io: La felicità anche.