giovedì 19 novembre 2009

Sol diesis in Perielio.

Dove saremo, domani, venerdì d’un autunno caldo?
Ho prenotato il mio biglietto. Non sarò qui, non sarò con te quando a velocità altissime ci avvicineremo al sole, come mai in un anno. Lascio in fondo al cassetto la lista delle cose che avrei voluto tu non perdessi di me, della mia vita – la guida delle università, un racconto senza il finale, la verità, il museo un film al cinema un pensiero un sorriso uno sguardo un perchè non sei qui, stanotte? –
E sarà apparente forse il mio sonno sino all’alba che illuminerà la nebbia sugli alberi, invisibili gli orli dei miei pensieri disfatti. E Forte abbastanza da credere da crederci, chissà, forse un giorno lo sarò, lo vorrò, ed in ritardo mi volterò indietro a guardare il giorno in cui lontana dalla luce t’ho conosciuto.
Ho ripreso a suonare. I pensieri da soli facevano troppo male.

4 commenti:

  1. wordless.

    meglio la musica ;)

    where are you tonight?

    RispondiElimina
  2. a volte fanno troppa luce questi pensieri ...

    RispondiElimina
  3. .. troppa luce fa male, infatti, credo...

    RispondiElimina