venerdì 26 giugno 2009

Una Grigia Conversazione sull'Inizio dell'Estate.


Una foto di te.. quando non c’eri. Un ricordo di quello che non sapevo, non immaginavo.

Ed i discorsi s’attorcigliano intorno a quello che non è accaduto, quello che è mancato, perché è sempre qualcosa che manca a rovinare tutto, mai il tanto che siamo, mai il troppo che amiamo, mai..

Non era forse così grande il desiderio di conoscerti, stasera, il mio volerti parlare in quella foto un po’ strana in cui tu chissà cosa pensavi, per far sì che accadesse, che fosse vero, che non ridessero di me loro che m’hanno visto delusa- del maltempo, dicevano – guardare la luna.

Ti ostini a scattare una foto di noi, ora che ci conosciamo. Ora che non ci pensiamo.

Piove ancora. Chiamala pure: una grigia conversazione sull’inizio dell’estate.


lunedì 15 giugno 2009

Sillaba il Silenzio.

l’inchiostro riprende a macchiare i tuoi fogli. Sono io a scrivere, a sforzarmi di cercare le parole, a parlare al buio di questo momento privato d’ogni sillaba, svuotato di qualsiasi accento. L’interpunzione della tua voce, modulata da un intercalare a tratti indecifrabile ha fermato il mio polso su di un punto.

Irrevocabile – mi hai detto. Quasi fosse definitivo assoluto il tuo dire, il tuo scrivermi ai margini di questo foglio.

Avrei voluto rileggere ancora quei segnali lasciati qua e là agli angoli delle strade, come tracce dei nostri passi, della nostra presenza.

Ma gli occhi chiusi sul mio petto, le tue mani che carezzano il ventre quasi a lenirne i dolori e le tue storie d’amore raccontate prima di dormire non compariranno nell’elenco delle tue inattitudini. Una pagina bianca li descriverà.

Le parole stentano a tornare. Irrevocabili.

mercoledì 10 giugno 2009

Mattino ( Al risveglio.)

Era necessario un addio, perché capissi,
che non c'è un addio per noi.

Per sempre porterò in me quest'alba
come segno di bruciatura.
Alzàti sul far del giorno,
partimmo verso l'areoporto grigio
ed eravamo contenti, perché era così lontano.

La mia ultima parola fu un sorriso.

E sopra di noi sorgeva con l'addio
l'incontro vero e l'amore.

Blaga Dimitrova



lunedì 1 giugno 2009

Tempo e Cotone.

Vento e lenzuola.
Un bacio volato col prima
in un affanno di poi.
Cala la notte
avvolta
nel tempo bizzarro
di un Tic.