domenica 29 marzo 2009

Ammirando Canova.

Monet, Van Gogh, Tiziano ed un Canova qui, di fronte a me. In questo silenzio di tempere, un posto senza vento, un posto dove il tempo è dato solo dalle forme, dalle linee, dai contorni, dalle ombre di te. E vorrei mi vedessi passeggiare, che mi guardassi, che mi amassi ancora, come prima.
Il cielo di una cornice si specchia nel viola di questa primavera immobile.
Ed un pensiero di luce è una pennelata densa, visibile, dipinta sul mio viso stanco, disilluso.
Il mondo che vedo, il mondo che vivo. Se le Forme sinuose di queste " Tre Grazie" fossero la realtà, se solo lo fossero, saresti ancora vicino. Ne sono sicura.

giovedì 19 marzo 2009

Vento di Primavera.


Colori, idee, numeri, chimere nel cappello di seta che indossavo contro il vento.
Non è valso il volume alto di quel piano a nascondere il sussurro del tuo pianto, non è valso quel cappotto a tener caldo il desiderio di un noi.
Vale ora il silenzio come monade specchio di questo universo.
Vale la mia resa indifferente. Il mio esserci al di fuori di te.
Vento di primavera.

martedì 3 marzo 2009

Senza Rete.

Nessuna connessione possibile
- la spia luminosa continua ad azionarsi-
potessi io davvero ignorarla
non sarei qui
a svolgere quel nodo cosmico
che t’aggroviglia in te
in spirali di non amore, di non odio.