giovedì 26 febbraio 2009

Lezione di Medicina

Spento lo spazio
di un silenzio
non resta che aria
gravida
di parole che nondici.
Malattie di pensieri
migrati col vento
inclemente
(da nord)
-che il corpo e l'anima
siano un sinolo,
che la mente non influenzi
la nostra fisicità-
"Ma la cura al silenzio
non sono che i tuoi occhi."
Sterile, la diagnosi,
che mi tiene in vita.

2 commenti:

  1. dani non sapevo che scrivessi poesie! non me l'hai mai detto... vergognati di questo silenzio con me! ;-P

    poi, è carino il titolo ed è carina anche la poesia, anche se, per quel che ne penso io, l'ultima quartina basta a raccontare tutto...

    bès mia cara
    tuo
    lillus

    RispondiElimina
  2. oooh perdonami lillus!!

    non sapevo di non avertelo mai detto.. hihi
    per il titolo invece.. è perchè l'ho scritta alla fine di un seminario sulla Storia della Medicina :)

    bacio

    RispondiElimina